Recensione: Gordian Brave 30 Normal & Gordian Miyazawa Japan Limited CM´s

Beh un pó tardino per buttare giú questa rece, ma ho colto l´occasione della ristampa del Godian da parte di Arcadia per constatare che in effetti Robopower aveva questa grave lacuna, poco male rimediamo subito.

title_Voin_Gordian_Toushi_Gordian_8200_632

Inutile spendere caratteri nel ricordare le gesta di Daigo, della sua pantera robot Clint (ma vi ricordate quando viene “uccisa” sacrificandosi per salvare il padrone, che pena!) e dei tre robot “matrioska”,  l´idea dei robot incrementali risulta vincente e nuovissima, un anime che ha lasciato assolutamente il segno. Partiamo a bomba con la recensione quindi.

gordian1Gordian esce nella linea Brave Gokin con numerazione 30 nel 2010 (dopo esser stato proclamato nel 2009). Per alcuni critici collezionisti, tale modello rappresenta l´inizio del declino della CM`s. Sin da subito prezzolato, fu dato in sold out immediatamente, ha raggiunto prezzi assurdi per poi esser considerato quasi una leggenda (praticamente introvabile).

Costo alto, ma alla fine parliamo di ben 3 robot ( Protteser, Dellinger, Garbin ) ok… quasi 2 robot, infatti se é vero che il Garbin é alto be 30 cm, il Protesser (anche se tutto articolato e ben fatto) risulta davvero minuscolo, quindi non me la sento di mensionarlo in quanto modello di un robot.

Nella confezione troviamo un corredo notelove (in stile ottima produzione Cm´s) di armi ed accessori: lo scudo, la spada, la daga e la lancia, i missili per gli stinchi, le punte di Gordian, l’ascia e lo spadino di Dellinger, le armi di Protteser e, per ogni robot, due pugni, due mani aperte; come sempre il foglio illustrativo é a colori, e ancora presenti la figurina di Daigo, della pantera, le figurine di Daigo e della sorella che possono essere inserite nel Protteser, le spure con i tappini coprivite.

L´impatto é notevole, scatolone enorme e ben disegnato, risulta un prodotto di indubbio pregio anche se ha notevoli difetti e pecche. Non mi soffermeró sul “quanto é bello sto modello” quello lo sappiamo giá tutti dacché chi sta leggendo lo desidera da tempo e lo sogna nella sua collezione (o se giá presente, fortunato eletto, se lo ammira con orgoglio).

La plastica abbonda, non stiamo ai livelli di frode commerciale come per il Tekkaman (maledettiiiiiiiiii!!!), ma si capisce che é iniziato un nuovo trend, una nuova era: platica venduta a peso d´oro!

Intendiamoci il Gordian nasce cavo, chiaramente hai voglia a metter metallo, sempre cavo deve essere per definizione, ma in effetti la testa e altre parti in plastica lasciano delusi, lo sculpt dei modelli (mi rendo conto non facile da realizzare visti i limiti intrinseci da rispettare per innestarli l´uno dell´altro) non é elaboratissimo, linee per lo piú semplici e nette. Il Garbin in particolar modo risulta alquanto “capoccione” dove ormai siamo abituati agli sculpt con testa a spillo (chiaramente per esasperare la prospettiva di un super robot visto dal basso), beh… lo si odia o si ama, a me cosi macrocefalo non piace. Il problema oggettivo invece oltre che nella platica imperante é costituito dalla fragilitá di alcune parti coinvolte negli snodi e a perture a cerniera. molto facile spaccare un piedino del Protesser, o restare con una parte qualsiasi in mano. Che dire, indubbiamente fragile, ma appunto non ci dobbiamo mica giocare. Concludo dicendo che per i fortunati possessori, il Gordian aggiunge sicuramente colore in vetrina, sicuramente é un modello che spicca tra tutti e sicuramente ci rievoca la nostra infanzia (ricordate il Gordian Ceppiratti?). Fosse stato di facile reperibilitá e venduto a prezzi ragionevoli sarebbe stato un must, un comandamento, ma per come sono andate le cose, direi a voi la decisione cari amici!

UntitledDa non dimenticare in oltre la versione (ristampa??) limited che é uscita qualche mese dopo la versione normal. Trattasi della versione Brave-30 Gordian Miyazawa Japan Limited, dove fondamentalmente troviamo teste diverse per tutti e tre i modelli e il torace del Garbin diverso. In colorazione metallizzata e il bianco é madreperlato. Alcuni pagliacci millantano sia una limited a 150 copie, altri (molto piú verosimilmente ma ho forti dubbi) parlano di un limited a 300 copie.

image

Va ricordata la follia (grazie a dio non fu attuata) o meglio le voci di corridoio circolanti nel 2011 riguardanti una stampa con petto e altre parti dal Garbin trasparenti… vedere per credere!

wonder.festival.summer.2011.cm's.gordian.clear_01

E ora, nel 2015 Arcadia ( Anime Import e Toys Hunter) mette sul mercato una ristampa della normal version, con parti aggiuntive per implementare anche la limited version. Addirittura sará stampata una black version per gli amanti del nero.

 519742608_tp

Informazioni su stakio

collezionista e appassionato robot giapponesi!
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni modelli e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...