Recensione: Big O by Max Factory

Oggi sono qui a parlarvi di un pezzo che, nonostante non abbia avuto un buon successo commerciale, a mio parere è molto interessante: The BIG O.

The Big O è un anime televisivo, suddiviso in due serie consequenziali di 13 episodi ciascuna, per un totale di 26 episodi. L’anime, creato e prodotto dalla Sunrise, è un omaggio ai film noir degli anni 40-50 del secolo scorso e combina gli elementi delle detective-stories con quelli tipicamente più giapponesi dei robot giganti.

La Bandai, in passato, ha prodotto l’ottimo GX-48; peccato, però, che le bellissime extended parts siano uscite a parte come tamashii exclusive e che adesso siano arrivate a prezzi folli.

Dopo la piccola divagazione sul tema torniamo al nostro modello elencando dapprima le caratteristiche tecniche.

Nome Big O
Casa produttrice Max Factory
Linea Max Gokin
Data 2011
Materiali GommaPVCDiecastABS
Categoria Chogokin
Serie Big O
Prezzo (in Yen) ¥ 39,800

Questa volta la Max Factory ha sfornato un modello che per grandezza e prezzo (purtroppo) è in diretta concorrenza con i ben noti Fewture. Tutto è curato nei minimi dettagli a partire dal packaging (dimenticate l’odioso polistirolo).

Lo scatolo è molto grande e pesante. Sollevato il coperchio troviamo la scatola interna che si apre a libro. All’interno della copertina c’è una lista completa dei crediti derivanti dalla produzione di Big O ed il certificato di autenticità firmato dal proprietario della Max Factory Max Watanabe e dal creatore del Big O Keiichi Sato.

P9130815P9130813

Sollevata la copertina abbiamo lo strato superiore di imbottitura in schiuma con il manuale e un set di guanti bianchi.

P9130817

Il robot è comodamente adagiato e ben protetto dagli urti.

scatolabigo6

Sul fondo dello scatolo troviamo gli accessori, i tappini copri foro, due batterie e la piccola automobile di Roger Smith.

P9130820

Per dare al robot un aspetto più realistico, il rivestimento esterno ha una superficie in plastica irregolare e le parti in metallo lisce in modo che le piastre di plastica assomigliano al metallo e le parti metalliche sembrano plastica. La riuscita finale è molto di effetto.

La testa del Big O è tutta di plastica e dispone di un coperchio trasparente.

Per attivare le luci, è necessario inserire le batterie, incluse nel modello, nel piccolo pannello posto sul retro. L’intera parte superiore del torace può essere sollevata fino a replicare l’attacco del Big O “Cannon Party”.

Ogni avambraccio, tirando i pistoni indietro, riproduce l’attacco “Sudden Impact” esattamente come il SOC.

Occorre evidenziare le straordinarie mani aggiuntive articolate con le dita snodate individualmente.

Infine abbiamo una piccola chicca; nel piede sinistro viene alloggiata l’automobile che può lanciata all’esterno.

In conclusione Il Big O con i suoi 30 cm e 1 kg di peso è un pezzo incredibile. Forse il prezzo elevato (intorno ai 400 Euro) ha scoraggiato molti dall’acquisto. Vi assicuro però che per quanto io ami i robot della Fewture qui ci troviamo di fronte ad un prodotto di livello superiore. La qualità si assesta altissima a 360 gradi.

Per gli appassionati dell’anime Max Factory ha prodotto anche due “plasticoni” delle stesse dimensioni del BIG O. Si tratta del Big Duo e del Big Fau che ovviamente, essendo in vinile, hanno prezzi sensibilmente minori rispetto al Big O.

Vi lascio ad un piccolo filmato.

Ciao e alla prossima recensione.

Alex

Questa voce è stata pubblicata in Recensioni modelli e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...